Quantcast

M5S: Croatti e Sarti accompagnano il Ministro Federico D’Incà in Romagna. Fra gli incontri in vista del voto, quello con de Pascale

Più informazioni su

In vista delle elezioni amministrative in Romagna, il Ministro per i rapporti con il Parlamento, il pentastellato Federico D’Incà ha accettato l’invito a partecipare ad una visita in Romagna, e saranno i senatori Marco Croatti e Gabriele Lanzi insieme alla deputata Giulia Sarti ad accompagnarlo venerdì 25 giugno, si legge in una nota del M5S. Lo scopo del viaggio è quello di conoscere le aziende leader di settore del territorio e incontrare i candidati sindaco del MoVimento della zona per confrontarsi riguardo alla futura campagna elettorale.

“Il nostro territorio si trova vivere una situazione delicata – dichiarano i parlamentari Croatti e Sarti – le elezioni amministrative si avvicinano ed è necessario mantenere saldo il legame tra enti locali e istituzioni centrali, per questo motivo ci teniamo a ringraziare il Ministro D’Incà che ha accettato il nostro invito per una visita in Romagna. Durante il nostro viaggio avremo modo di mostrargli le eccellenze del territorio e il Ministro avrà la possibilità di confrontarsi con gli attivisti e i candidati alla carica di sindaco nelle nostre città.”

La visita inizierà nel Comune di Cattolica insieme al sindaco Mariano Gennari e al presidente del consiglio comunale Pozzoli. Qui sarà possibile incontrare i rappresentanti di Ferretti Craft, una delle nostre eccellenze per poi spostarsi al porto di Cattolica. Intorno alle 12 il Ministro D’Incà sarà nella Piazza del Municipio di Monte Colombo per conoscere il candidato sindaco di Montescudo-Monte Colombo Shelina Marsetti e la cittadinanza.

L’ultima tappa del viaggio sarà Ravenna per visitare la sede di Marcegaglia e per incontrare il sindaco Michele de Pascale insieme al riferimento locale del MoVimento Igor Gallonetto.“Le visite istituzionali per noi del Movimento 5 stelle rappresentano l’opportunità di mettere in collegamento competenze differenti: attivisti locali e rappresentanti centrali devono lavorare insieme per portare benefici a tutto il territorio. Troppo spesso la politica istituzionale dimentica le sue radici di zona ma così facendo perde il contatto con la realtà e con i cittadini.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.