Quantcast

Semplificare protocolli, tamponi gratuiti per studenti, congedi parentali e vaccini nelle scuole. Le richieste del Gruppo Pd in Regione

Più informazioni su

Un confronto ad ampio respiro in Conferenza Stato-Regioni affinché “sia garantita la scuola in presenza e in piena sicurezza oltre a uniformare le modalità operative sul territorio relative al tracciamento e alle quarantene dei ragazzi”. E’ uno degli impegni che il Gruppo Pd consegna all’esecutivo regionale con una risoluzione a prima firma Francesca Marchetti e sottoscritta anche dalle colleghe e colleghi Mori, Maletti, Rossi, Montalti, Caliandro, Pillati, Zappaterra, Bulbi, Sabattini, Soncini, Daffadà e Costi.

Il documento, nel ripercorrere gli ultimi provvedimenti presi dal governo, ricorda come “la curva dei contagi è cresciuta in modo esponenziale a quindici giorni dalla riapertura delle scuole dopo la pausa natalizia” e, considerando anche “le diverse criticità rilevate nell’applicabilità del protocollo e della gestione dei casi positivi della popolazione scolastica”, chiede un intervento “per far sì che diminuiscano i disagi per la scuola e le famiglie, evitando che la pandemia sanitaria si trasformi in una pandemia burocratica”.

Facendo seguito alla seduta congiunta delle Commissioni Scuola, Sanità e Parità svoltasi la scorsa settimana, dove sono state presentate diverse proposte per rivedere la gestione dei casi positivi e di isolamento, semplificando i protocolli “affinché la gestione delle quarantene dei ragazzi possa essere uniformata alle regole utilizzate con gli adulti per garantire la didattica in presenza”, Marchetti e gli altri consiglieri Dem impegnano la Giunta a proporre l’equiparazione della quarantena scolastica al resto della popolazione, individuando e condividendo delle modalità operative sostenibili tra il mondo della scuola e quello sanitario. Ulteriori sollecitazioni, poi, riguardano la gratuità dei test antigenici per tutta la popolazione scolastica che si accompagnino a linee guida che possano orientare efficacemente scuole ed enti locali nella gestione quotidiana tanto delle aule quanto dei trasporti.

Ultimo impegno consegnato all’esecutivo regionale, infine, riguarda lo strumento dei congedi parentali. I Dem, infatti, chiedono la piena applicazione di tale strumento, “riconoscendo anche i provvedimenti inviati dalla scuola – in questa fase di estrema emergenza – validi per i datori di lavoro ai fini di ottenere i permessi per stare al fianco dei propri bambini”. Lo strumento si potrebbe accompagnare anche con l’intensificazione della campagna di sensibilizzazione dell’immunizzazione dei bambini, fino a valutare la somministrazione dei vaccini nelle scuole.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.