Quantcast

Regione E-R ospita i Campionati italiani 2021 di ciclismo: si corre tra Bellaria Igea Marina, Faenza e Imola

La Regione Emilia-Romagna crede tanto nello sport, e in particolare nel ciclismo, con la sua caratteristiche di narrazione ideali per la promozione del territorio. Da qui tanti grandi eventi, a cui nel 2021 si aggiungono i Campionati italiani di ciclismo su strada Elite Uomini (prof) e a cronometro Elite Uomini, Elite Donne e Junior Donne. Le gare si svolgeranno venerdì 18 giugno (le cronometro) e domenica 20 giugno 2021 (la gara in linea)e vedranno l’organizzazionedel gruppo ExtraGiro, incaricato dalla Federciclismo in accordo con la Lega Ciclismo Professionistico, e con il sostegno di Regione Emilia-Romagna, APT Servizi Emilia Romagna e Con.Ami.Per il gruppo ExtraGiro, coordinato da Marco Selleri e Marco Pavarini, l’esperienza tricolore rappresenterà una nuova stimolante tappa del percorso già avviato con il duplice obiettivo di promuovere il territorio e di formare nuove professionalità nel ciclismo.

La giovane officina 2.0 di eventi e progetti legati alla bicicletta, nata dall’esperienza del gruppo organizzatore (Nuova Ciclistica Placci 2013 e Communication Clinic) del Giro d’Italia Giovani Under 23, ha già organizzato in soli 21 giorni i Campionati del Mondo di ciclismo Imola -Emilia-Romagna 2020, tanto da guadagnarsi una “medaglia olimpica” per l’organizzazione dal presidente del CIO, Thomas Bach. Un evento che ha dato visibilità internazionale al magnifico territorio emiliano-romagnolo, con riprese televisive che hanno fatto il giro del mondo.

 IL PROGRAMMA

La rassegna tricolore 2021 prenderà il via venerdì 18 giugno, con partenza e arrivo a Faenzaper le tre cronometro (Crono Elite Uomini, Crono Elite Donne; Crono Junior Donne). Domenica 20 giugno, la gara in linea Elite Uomini prenderà il via da Bellaria Igea Marina, già sede di partenza recentemente di una tappa del Giro di Romagna per Dante Alighieri, per risalire tutta la Romagna in direzione Faenza, da dove si affronteranno Monticino e Gallisterna per immettersi così nel circuito conclusivo, che si ripeterà quattrovolte ricalcando in gran parte il percorso dei Campionati del Mondo vinti a settembre dal francese Alaphilippe. La conclusione sarà a Imolain viale Saffi, vicino alla Rocca Sforzesca. I due percorsi di Mondiali di Imola, 1968 (vittoria di Adorni) e 2020, saranno presto caratterizzati da una segnaletica dedicata come circuito permanente per il ciclismo e il cicloturismo, continuando nella valorizzazione e promozione del territorio attraverso la bicicletta e gli eventi sportivi.

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.