Quantcast

I carabinieri di Saludecio scoprono un nuovo tesoretto di monete antiche

Più informazioni su

Lo scorso 5 marzo, al termine di una mirata attività investigativa, i carabinieri della Stazione di Saludecio hanno deferito in stato di libertà, per i reati di impossessamento illecito di beni culturali e ricettazione, P. F., originario del brindisino classe ‘69, residente a Forli’, edicolante.

In particolare, i militari, dopo aver ricostruito una sospetta attività di vendita di beni di interesse culturale nei mercatini locali, hanno richiesto ed ottenuto un decreto di perquisizione alla Procura della Repubblica ed hanno così proceduto all’esecuzione della perquisizione nei confronti dell’edicolante, sospettato di detenere presso la propria abitazione “materiale proibito”.

Alla vista dei militari, senza opposizioni di sorta, l’uomo ha consegnato la propria collezione – frutto di acquisizione negli anni nei vari mercatini –  consisitita in: 54 monete in bronzo databili dall’epoca romana repubblicana  ii°-i° secolo a.c.  all’epoca moderna contemporanea xviii° – xix° secolo d.c.; 37 monete in bronzo databili dall’epoca bizantina iii°- ii° secolo a.c. all’ viii° -x° secolo  d.c.; 30 monete in bronzo databili dal iv° secolo a.c. al xix° secolo d.c. ; 23 monete in bronzo databili dall’epoca romana imperiale iii° secolo d.c. agli inizi del xx° secolo d.c.; 10 medaglie risalenti al periodo tra il xvii° e prima meta’ del xx° secolo d.c.; 50 monete in bronzo ed argento databili tra il iii° secolo a.c ed il x° secolo d.c.; 36 monete dell’epoca romana imperiale databili tra il ii° secolo a.c. ed il xvii° secolo d.c.; 37 monete databili tra il v° secolo a.c. e la meta’ del xviii° secolo d.c.; 45 monete databili tra il xii° e il xix° secolo d.c..
Tutto quanto rinvenuto è stato sottoposto a sequestro in attesa di una perizia specialistica.

Più informazioni su

Commenti

L'email è richiesta ma non verrà mostrata ai visitatori. Il contenuto di questo commento esprime il pensiero dell'autore e non rappresenta la linea editoriale di RiminiNotizie, che rimane autonoma e indipendente. I messaggi inclusi nei commenti non sono testi giornalistici, ma post inviati dai singoli lettori che possono essere automaticamente pubblicati senza filtro preventivo. I commenti che includano uno o più link a siti esterni verranno rimossi in automatico dal sistema.